SEO-SEM per Avvocati & Studi Legali

Gli Avvocati e gli Studi Legali che hanno scelto di digitalizzare la loro professione cominciano ad interessarsi alle attività di Search Engine Marketing (attività di promozione sui motori di ricerca), perché sperano di trovare online nuove opportunità di business.

Se uno Studio Legale avesse il tempo, le risorse umane e il budget sufficienti, le attività di marketing digitale da pianificare per migliorare la sua visibilità sarebbero molte, tra cui certamente:

– Search Engine Optimization (SEO)

– Keywords Advertising

– e-mail marketing

– Social Media Marketing

– Content Marketing

– ecc…

Purtroppo, il più delle volte, le risorse ed il budget a disposizione dello Studio sono molto limitati ed è dunque necessario definire delle priorità, procedendo un passo alla volta.

Le attività che ho appena indicato sono quelle che, dati alla mano, risultano essere le più efficaci, quelle caratterizzate dal miglior rapporto costo/risultato.
Questi strumenti, pertanto, sono quelli preferiti da molti professionisti che sperano di conquistare il Web effettuando piccoli investimenti, magari “a ritorno immediato” e che portino presto allo Studio nuovi clienti… paganti.

Anche su Internet, i miracoli sono assai rari e ogni successo è sempre il risultato di un’accurata strategia di marketing e di un meticoloso e lungo lavoro di pianificazione e di realizzazione.

Desidero adesso soffermarmi sulla principale attività di marketing, quella che ancora oggi è la più efficace e probabilmente la meno costosa: il Search Engine Marketing (SEM) nella sua duplice variante del posizionamento organico e del Keywords Advertising.

SEO
Il posizionamento organico spesso impropriamente definito con l’accezione più ampia di SEO (Search Engine Optimization), mira a garantire un buon posizionamento del sito su specifiche keywords, mediante un lungo lavoro di ottimizzazione del sito e di tutti i suoi elementi.

Il SEO è una strategia di lungo termine mediante la quale, ottimizzato il sito, si riceveranno nel sito navigatori senza costi aggiuntivi o pubblicitari. Il maggior traffico generato contribuisce ad accrescere in sequenza: la notorietà del sito, il suo traffico, la sua autorevolezza e di conseguenza ne migliora il posizionamento riducendo nel tempo il costo per lead (il costo per attrarre un potenziale cliente).

Il SEO è da considerarsi come un’attività di medio-lungo periodo i cui risultati duraturi possono apprezzarsi solo con il passare del tempo, potrebbe essere paragonato ad una dieta ben fatta. Solo un insieme di comportamenti virtuosi porta ad ottenere risultati brillanti e duraturi nel tempo. Beveroni o pillole magiche non producono certo risultati apprezzabili e duraturi.

Anche per il SEO, dunque, non esiste una soluzione magica, qualcosa capace di garantire ottimi risultati, magari anche duraturi, economici e senza fatica.

Per apprezzare gli effetti di una attività SEO può essere molto importante avere ben chiari i propri obiettivi e quali sono le principali esigenze. Potrebbe essere risolutivo porsi sin da subito alcune delle seguenti domande:

– Ho immediato bisogno di avere contatti al sito o posso aspettare qualche mese?

– Ho un budget per sostenere una campagna SEO e posso attendere 4-6 mesi per ottenere i primi risultati?

– Ho in Studio risorse umane disponibili per scrivere contenuti di qualità? Sarei disposto a farlo personalmente? Posso permettermi di pagare qualcuno per produrre contenuti professionali?

– Voglio costruire on line una presenza autorevole e duratura nel tempo?

– Preferisco semplicemente trovare rapidamente nuovi clienti?

Keywords Advertising – PPC

L’attività di Keywords Advertising è una potente strategia pubblicitaria. Alcuni circuiti pubblicitari legati ai principali motori di ricerca tra cui Google, Bing, Yahoo consentono di visualizzare il proprio messaggio pubblicitario quando un navigatore ricerca specifiche keywords.

L’inserzionista paga solo quando un navigatore clicca sul link presente nello scudetto promozionale. Questo tipo di tariffazione è definito per l’appunto Pay Per Click – PPC.

La visibilità sul motore è dunque condizionata all’attivazione di una campagna pubblicitaria e alla allocazione di un budget su ogni click , il cui costo è legato alla concorrenzialità di ciascuna keywords e al numero di inserzionisti ad essa interessati.

Questo strumento, sicuramente inovativo, consente di attivare rapidamente campagne lampo,  di differenziare la comunicazione, di controllare le pagine di atterraggio del navigatore (Landing Page), di ottenere risultati immediati gestendo il budget prefissato con molta precisione.

Quelli appena indicati sono gli elementi che differenziano l’attività di Keywords Advertising tariffata in modalità PPC, dal tradizionale SEO a cui ho fatto riferimento.

Tuttavia il PPC ha lo svantaggio di poter diventare anche molto costoso nel caso fossimo interessati ad alcune keywords ad elevata concorrenza (per es. tumori all’esofago acquistati dagli Studi US) , in queste circostanze il costo per un singolo click potrebbe raggiungere diverse decine di euro. In media però il costo può oscillare tra 1-2,50 euro.

Inoltre, non appena la campagna pubblicitaria viene interrotta non si ha più alcuna visibilità sul motore di ricerca e dunque viene meno ogni speranza di ottenere visitatori al sito.

Per valutare se una campagna PPC è allineata alle nostre esigenze potrebbe essere importante porsi alcune delle seguenti domande:    – Ho bisogno di trovare immediatamente nuovi clienti?
– Mi serve una strategia di marketing che non necessiti di un grande impegno di tempo?
– Ricerco una soluzione pubblicitaria con budget certo e flessibile?

Rispondere a questi quesiti può aiutare ad individuare la soluzione più adeguata alle proprie esigenze e a scegliere con cognizione tra un’attività di Search Engine Optimization e una di Keywords Advertising.

Tag: SEM, SEO, PPC, Search Engine Marketing

 

, ,
Latest Posts from iLAWYERS